avete presente una di quelle neo-diciottenni goffe e magre e brune con gli occhi verdi sempre un po' rossi, insoddisfatta e inquieta e perennemente malinconica, che crede ancora che il mondo si pu˛ cambiare, basta volerlo? quelle che si ostinano a leggere BariccoBenniBrizzi e ascoltare Guccini e credono che nella vita pubblicheranno qualcosa prima o poi? quelle che si fanno sempre fregare ma innalzano un inno all'amicizia ogni volta che partono per uno di quei viaggi pseudo-zingareschi, e rimangono sempre senza soldi e vogliono solo amare davvero?
UNA DI QUELLE.

I mood  The current mood of margherita.pace@marge.it at www.imood.com

Lay-out
Creato appositamente per me da Steve! Grazie tantissimo amichetto mio! Ti voglio bene!

Read since September
- L'insostenibile leggerezza dell'essere [M.Kundera]
- Comici spaventati guerrieri [S.Benni]
- La misteriosa fiamma della regina Loana [U.Eco]
- Novecento [A.Baricco]
- Germinale [Zola]
- Le Braci [S.MÓrai]
- Le ore [M.Cunnigham]
- Le avventure di Tom Saywer [M.Twain]


Written since September
- Terminata la prima parte di Briganta.
- "Io conducente di un autobus" Novembre 2004 per il concorso di HoldenLab.


Compagni di strada
[scusate se dimentico qualcuno, vi sono solo quelli che "frequento" di solito...]
Scuola: Nike, Giulia B, Giulia C, Chiara, Anto,
Anna, Maria, Ciki, Silvia, Giulia A, Giovanna, Fabrizio, Alessandro, Tommaso, Enrico, Gianalbert, Sonia B, Jenny, Vivi˛n, Federico, Simona, Veronica, Daria, Chiara, Elisa, Claudio, Luna .
Scout: Vivi˛n, Ludovica, Roberto, Marco, Alfredo, Giulia M, Azzurra.
On the web: Meggie, Steve, Lucia, Kir@, Manuel, Michele, Laura, Marco.
Altri: Marta (cugina), Lorenzo (fratello), Alisia, Sonia, Menni, Corrado, Enrico.
E TODA LA COMMUNITY SALENTINA!

 Il mio tatuaggio - Febbraio 2004, sulla spalla destra   

Archivi
- 15 Ottobre/14 Dicembre 2004
- 07 Ottobre 2004
- 04 Giugno/05 Settembre 2004
- 17 Aprile/02 Giugno 2004
- 28 Gennaio/16 Aprile 2004
- 23 Ottobre 2003/22 Gennaio 2004
- 9 Agosto/19 Ottobre 2003
- 7/30 Aprile 2003
- Settembre 2002/Marzo 2003

Link
- www.marge.it [my collective]
- Ayumi Page [my personal site]
- The Jackson Hole [blog collettivo]
- Per giocare la scrittura
- Scouting for boys

Leggo
Benni- Lux- Herm- Meggie- Steve- Nivis- Sonia- LuKa- Lloth- Kykia- Nana- Elisewin- Fuxia- Yasu- Unhappiness- ChaDo- Fania- Ale.

You are...

from...

and write(smilies)...

...thank you!

01 Gennaio 2004 - 23.13
Semplice imperfetto frettoloso terzo; grande regalo.

Margherita: insonnolita
Canzone: Annalisa
Libro: Il Gattopardo [Tomasi di Lampedusa]

Briganta, Briganta, come pensare che un giorno saresti stata questo per me? Sei nata quasi per caso, da una matita; e dire che non saresti neanche dovuta esistere, nella forma che ora hai! Quattro anni fa, quasi cinque, forse, io non lo so; la data s'Ŕ persa in mille momenti con te. Dico sempre che Guccini mi ha accompagnata in ogni momento della mia vita, da sempre, ed Ŕ vero, se tante cose, tutte, sono cambiate da quando sono nata, lui Ŕ sempre rimasto lý e ho ascoltato perennemente le sue canzoni; ma Annalisa, tu sei con me da quattro anni e mi hai tirato per un braccio quando ero triste e hai sentito la mia gioia, e quel fiume di parole che sei Ŕ sgorgato da me sempre come un difficile ma atteso parto. E non Ŕ finita qui. Abbiamo ancora mille passi da percorrere. Non siamo che a un -mero, semplice, imperfetto, frettolo- terzo. E stasera Briganta, sei diventata perfino un segno d'amicizia grandissimi - il regalo, e l'amicizia. Grazie.


Marge     

29 DICEMBRE 2004 - 1.38
Visioni

Margherita: malaticcia
Canzone: Moonlight Densetsu
Libro: Il Gattopardo [Tomasi di Lampedusa]

Nel mio delirio febbrile di ieri, ero nel mio letto, quando ad un certo punto ho visto un bimbo, neonato quasi, all'angolo in alto del letto, mi fissava ed era un po' accigliato e un po' verde; non verde come un marziano, verde come quando uno un po' Ŕ di un altro paese e quindi si dice olivastro, e un po' verde di quando uno mangia male e poco, e si dice anemico, o verde di quando uno fuma troppa erba e si dice: quello sta fatto come una zucchina. Insomma questo bimbo era un po' verde e stava nel mio letto, e aveva occhi neri e mi fissava un po' accigliato, serio, con le sopracciglia agrottate. Avevo la febbre alta. Ho pensato fosse Pierre, il mio pupazzo, che Ŕ rosa, che al buio sembrava verde. Ho provato a muovere una mano ma ero troppo stanca per farlo. Ho richiuso gli occhi pensando: che stia lý! Tanto Ŕ solo un bambino; i bambini non fanno male. Quando poi ho chiamato mamma perchŔ stavo veramente male (avevo 39) e siamo andate di corsa dal dottore, ho notato che Pierre era per terra dall'altro capo del letto.
Tutti coloro ai quali racconto questa cosa, mi rispondono: Pesante! Ma no, dico io, non Ŕ pesante. Mica ho visto un mostro, era solo un bambino. Sarebbe bello avere un bambino nel letto, sicuramente molto meglio di un mostro. O no?


Marge     

26 DICEMBRE 2004 - 19.36
Per un pugno di libri

Margherita: malaticcia
Canzone: Canto di Natale [MCR]
Libro: Il Gattopardo [Tomasi di Lampedusa]

Siamo arrivati a mezzogiorno circa, abbiamo mangiato alla mensa, e poi, ore e ore di libertÓ fino alle tre. E io ero a duemila, per dirla con parole di gergo giovanile. Noi diciotto e e i nostri due prof; l'altra classe tutto il tempo libero ha ripassato, ordinatamente seduto in cerchio, il libro. Io mi sono infilata in tutti gli angoli, tutte le stanze, sono finita pure in un camerino pieno di vestiti, e poi nella sala prove dei ballettini di Domenica In, e in effetti stavano provando. E poi ho giocato a calcetto con un pezzo di polistirolo e ho quasi fatto cadere una matitona enorme di scenografia. Ma come Ŕ stato bello, una giornata che da sola potrebbe riscattare molte cose (e la prof mi ha anche chiamata con il nome della figlia, e poi con il mio nome proprio! Roba dell'altro mondo!). E la registrazione Ŕ stata lunga ma bellissima, piena di tensione e voglia di giocare e vincere ma soprattutto divertirsi e ridere perchŔ ce lo meritiamo. Dalla registrazione sono passate quasi due settimane e sembrano mesi. L'undici si torna a scuola e io non ne vedo l'ora.


Marge     

19 DICEMBRE 2004 - 22.00
Correre via

Margherita: bha..
Canzone: Amore impossibile [Tiromancino]
Libro: Il Gattopardo [Tomasi di Lampedusa]

Vorrei una macchina celeste con dei grossi girasoli dipinti sopra per fuggire via via lontano, lontano da tutto ci˛ che non mi paice, verso una terra arancione e piena di sole, e magari anche da sola, perchŔ no, fa bene a volte stare da sola. O magari con qualcuno. Non lo so, davvero, non lo so.

[...] E' amore impossibile quello che mi chiedi
sentire cio' che tu sola senti
e vedere cio' che vedi
Chiudere la realtÓ, dentro la tua isola
ma non perdere la voglia di volare
perchŔ l'amore Ŕ amore impossibile
quando non riesce a inseguire Ŕ irraggiungibile
Senso di libertÓ, oltre le stelle e il cielo
che Ŕ nascosto sul fondo dell'anima [...]


Marge     

15 DICEMBRE 2004 - 23.00
Regalo!

Margherita: sempre pi¨ confusa ma ora felice
Canzone: And so this is Christmas [nella versione degli U2]
Libro: Il Gattopardo [Tomasi di Lampedusa]

Nuovissimo layout regalatomi da Steve! L'idea nasce solo ieri, chiacchierando: vorrei cambiare il layout, anche io sai, qualcosa di pi¨ caldo, qualcosa di nuovo...perchŔ non ce li scambiamo? Ed ecco qui questa dolcissima grafica che Ŕ come una carezza. Mi piace ci˛ che ha scritto in alto. Balla sempre come se nessuno ti stesse mai guardando, quante volte ho letto questa frase e mi ha colpito, perchŔ io davvero ero molto timida e non ballavo mai e ora qualche volta lo faccio e sono doppiamente felice: perchŔ ballo, e perchŔ finalmente lo sto facendo. Ama come se nessuno ti avesse mai ferito. Facile a dirsi. Purtroppo mi hanno ferito, non Ŕ facile ora pensare di ricominciare daccapo, mi chiedo: perchŔ dovrei farlo? Sarebbe solo un altro pensiero. Soprattutto adesso e soprattutto nella situazione in cui mi sto infilando - un po' controvoglia, un po' con tanta voglia di stare bene. Ma se me lo dici tu, Steve, giuro che ci prover˛! SarÓ uno degli impegni - i buoni propositi, come quelli di Briganta - per l'anno nuovo. Brindiamo!
Non voglio pi¨ neanche pensare a ci˛ che Ŕ successo negli ultimi due giorni - basta, capitolo chiuso, punto e a capo. Mi mancano di giÓ i boschi verdi e il profumo di erba e resina e fiori e mentuccia e cacca di mucca ma questo punto ci vuole, ora. Da domani voglio ricominciare daccapo.

Marge